Versioni alternative: dimensione testo
Scuola media Nino Martoglio di Belpasso (CT)
Scuola media Nino Martoglio di Belpasso (CT)
Finalità

Nel comune di Belpasso opera una sola Scuola Media, intitolata al commediografo Nino Martoglio .

La Scuola, consapevole del proprio ruolo e dei fini specifici che la connotano, si pone il compito di “progettare interventi di educazione, formazione, istruzione mirati al pieno sviluppo della persona umana “in sintonia con il contesto socio-economico-culturale e nel rispetto degli obiettivi nazionali del sistema d’istruzione.

In armonia con le indicazioni del Curricolo Nazionale, la scuola intende promuovere occasioni di apprendimento diversificate, ricche, motivanti oltre che valide in campo educativo, al fine di valorizzare le capacità e le potenzialità di ciascun discente.

La scuola mira ad accompagnare il discente nella sua maturazione e ad aiutarlo a rispondere alle domande che si pone circa la propria identità, facendogli acquisire conoscenze ed abilità radicate sulle sue effettive capacità, offrendo motivazioni e significati tali da favorire gli apprendimenti. Disponibilità umana all’ascolto, esempi di stili positivi, condivisioni di esperienze, problemi e scelte saranno le occasioni per leggere i suoi bisogni ed i suoi disagi e per intervenire prima che si trasformino in disadattamenti ed abbandoni, per rimuovere gli effetti negativi dei condizionamenti sociali, per superare le situazioni di svantaggio culturale.

La scuola, guarda al domani continuando uno stile tradizionale, che si arricchisce nel tempo di innovazioni, per fornire risposte concrete, credibili a tutte le esigenze e ai bisogni dell’utenza, tendendo sempre a migliorare la qualità del servizio in tutte le direzioni e non perdendo mai di vista la centralità dell’alunno. La formazione personale, sociale, culturale, conseguita dai nostri alunni alla conclusione del ciclo di istruzione, consente loro di proseguire agevolmente gli studi negli Istituti Secondari di secondo grado.

Nel confermare che noi tutti, operatori scolastici, ci impegniamo con serietà a garantire e a migliorare la qualità del servizio, all’utenza e, a quanti hanno a cuore le sorti ed il futuro della nostra Scuola, chiediamo partecipazione, sostegno, collaborazione, al fine di mantenere nel tempo, ed eventualmente potenziare, l’immagine di funzionalità, di affidabilità e di efficienza.

L’alleanza educativa tra scuola e famiglia deve dare luogo a un progetto condiviso che coinvolga l’intero territorio, accogliendo e valorizzando i contributi di altre agenzie educative e promuovendo con esse processi comuni di dialogo e di confronto. In questo contesto assume particolare importanza la stesura del Patto Educativo di Corresponsabilità, che sia espressione di un progetto condiviso da famiglia e scuola, di un impegno comune volto al bene dei ragazzi. Tale documento, attraverso una definizione chiara, puntuale e condivisa di diritti e doveri nel rapporto tra istituzione scolastica, studenti, famiglie, crea le condizioni per un dialogo rispettoso, costruttivo e non episodico basato sulla fiducia reciproca e per la realizzazione di progetti educativi comuni sempre più validi ed efficaci.

Nel rispetto delle indicazioni nazionali guardiamo ad una scuola ancorata al territorio, una Scuola che sappia valorizzare le potenzialità del territorio in cui opera, una Scuola capace di formare uomini e donne protagonisti dello sviluppo sociale, economico, turistico della propria Regione.

Per favorire questa conoscenza vengono programmati, nella misura del 20% dell’intera offerta formativa, percorsi mirati ad una maggiore conoscenza del territorio.

Il Parco dell’ Etna: Risorsa naturale, economica, turistica.

I Personaggi e le loro opere: Verga, Bellini, Martoglio.

I Catania: “Dalla presenza romana agli splendori del settecento”

“Conosci la tua terra”: Visita della città di Siracusa, della Regione Campania e della Regione Toscana.

Valorizzazione ed insegnamento della storia, della letteratura e del patrimonio linguistico siciliano.